Benvenuto,

Benvenuto nel blog qui trovi

Cucina vegan, Yoga, Rimedi naturali, Autoproduzione, Stile vegan, Impressioni di lettura, Mandàla per l'anima, Animali si nasce, Caro amico ti scrivo

Da questo blog puoi prelevare tutto quello che ti piace, se pubblichi, per correttezza nei confronti delle fonti da cui attingo, ricordati di citare l'autore che trovi in calce ai post. Grazie.


domenica 25 dicembre 2016

Alberello di Natale


Carissimi,
eccoci giunti anche quest'anno a Natale.
Abbiamo pensato di non proporVi un menù ma di lasciarvi gironzolare tra ricette nuove e vecchie e per farvi i ns.  migliori Auguri eccovi l'alberello.
↜♚↝
Dunque per la realizzazione procuratevi, seeiiitaaannn, alghe disidratatee, bacche di gojiiii, e curry infiocchettateli ben bene e metteteli da parte che ora si comincia con la ricetta vera.

Ingredienti alberello:
350 gr. farina manitoba
150 gr. farina tipo 2 (semintegrale chiara)+quella per spianatoia e ciotole
50 gr. maizena
110 gr. zucchero di canna
110 gr. burro di soia
190 ml. latte di mandorla (naturale e bio)
150 ml. acqua
25 gr. lievito di birra (1 cubetto)
1 pizzico sale fine
uva passa, scorze di limone ed arancio, pinoli qb (tutto bio ed equo solidale)
Ingredienti guarnitura:
zucchero a velo vegan qb
cacao qb

Attrezzi: 
robot da cucina (o planetaria o spianatoia ed olio di gomito) bilancia per alimenti, dosa liquidi, stampo di carta (io ho trovato l'alberello), cucchiai e cucchiaini, ciotole e ciotoline, griglia da forno, colini piccoli e grandi, ferri da lana in metallo minimo del 3 meglio se del 4,
pentole o sostegni per sospensione, centrino di carta o bordo traforato.
mediamente facile

35-40 min circa

1 mezza giornata

Preparazione:
preriscaldate il forno a 50° e spegnetelo;
preparatevi tutti gli ingredienti pesati, uva passa e pinoli 2 manciate generose, per le scorzette dipende dalla dimensione 2-3 manciate ciascuna (ovviamente tutto a Vs. gusto, io cercavo il cedro candito ma non l’ho trovato e l’ho sostituito con le scorzette di limone);
ponete l’uva passa in ammollo con l’acqua tiepida e una volta ammollata scolatela e strizzatela delicatamente e cospargetela ben bene di farina affinché assorba i residui di acqua rimasta quindi versate l’uvetta infarinata nel colino grande e scuotendo eliminate l’eccesso di farina;
inserite nel robot da cucina tutte le farine, lo zucchero ed il sale e miscelatele;
fate intiepidire l’acqua e scioglietevi lo lievito di birra (per aiutarvi a scioglierlo potete spezzettarlo);
tagliate a fiocchetti il burro di soia ammorbidito ed un po’ alla volta incorporatelo alla miscela di farine;
aggiungete il latte di mandorla e lo lievito sciolto nell’acqua e lavorate fino ad ottenere un composto omogeneo (risulterà comunque appiccicoso);
trasferite il composto in una ciotola infarinata cospargetelo con un po’ di farina coprite con la pellicola e ponete a lievitare nel forno spento ma tiepido finché non raddoppierà il volume (circa 2 ore);
trascorso il tempo riprendete l’impasto;
riscaldate nuovamente il forno a 50° e spegnetelo;
con le mani stendete l’impasto sul piano di lavoro infarinato e cospargetelo con uvetta, scorzette e pinoli;
ripiegate i bordi dell’ impasto verso il centro e ristendetelo con le mani e cospargetelo nuovamente con uvetta, scorzette e pinoli;
ripetete l’operazione sino ad esaurimento di uvetta, scorzette e pinoli;

formate una sorta di cono e ponetelo nello stampo;

adagiate lo stampo sulla griglia da forno e fate rilievi tare finché l’impasto raggiungerà il bordo dello stampo;
ritirate dal forno la griglia con tutto l’impasto;

accendete il forno e riscaldatelo a 170° ed infornate al ripiano centrale;
occorreranno circa 40 min di cottura, fate la prova stecco (se come me siete felici possessori di forno brucia tutto controllate dopo 30 minuti controllate che non si asciughi troppo);
"QUESTA OPERAZIONE è IMPORTANTISSIMA e serve ad evitare che l’alberello collassi al centro" terminata la cottura infilzate circa 1 cm sopra la base con i ferri da maglia capovolgetelo e ponetelo sospeso a raffreddarsi;
decorate a piacere.

Note di redazione:
ricetta liberamente tratta da Il Verde in Tavola Albero di Natale
Noi abbiamo optato per una guarnitura classica con zucchero a velo vanigliato (frullate finemente dello zucchero di canna chiaro con un pizzico di polvere di vaniglia) a nevicata con effetto ghirlanda al cacao spolverizzato (fatta con il bordo di un centrino di carta), ma nei negozi di alimentazione biologica trovate sia la granella colorata che la granella di zucchero bio e vegan oppure potete optare per la glassatura a base di crema di torrone vegan (ma questa è un’altra ricetta o meglio un torrone che non si è rassodato, la ricetta prossimamente).

P.S. la stella in foto è un fiocchetto decorativo non si mangia 😋
da
Maura Marco 

Nessun commento:

Posta un commento