Benvenuto,

Benvenuto nel blog qui trovi

Cucina vegan, Yoga, Rimedi naturali, Autoproduzione, Stile vegan, Impressioni di lettura, Mandàla per l'anima, Animali si nasce, Caro amico ti scrivo

Da questo blog puoi prelevare tutto quello che ti piace, se pubblichi, per correttezza nei confronti delle fonti da cui attingo, ricordati di citare l'autore che trovi in calce ai post. Grazie.


martedì 7 luglio 2015

Melabanfiordaranciozenzerata confettura

 Ingredienti:
1000/1050 gr mix mele e banane (mele io 3 stark  3 golden e 2 banane medie)
30 gr di zenzero fresco
1/2 bicchiere di acqua di fiori d'arancio
1/2 bicchiere di acqua
1 limone piccolo succo
350 gr. zucchero bio ed equo
N.B. il quantitativo della frutta e zenzero è al netto di buccia e torsoli

Attrezzi: 
pazienza, bilancia per alimenti, coltello, cucchiaio di legno, pentola con coperchio, bicchiere, frullatore ad immersione che resista al caldo, quadretto di carta forno (per la prova cottura), 3 barattoli con coperchio (tipo Bormioli) io 2 a 250 gr e 1 da 200 gr, cucchiaio di metallo o piccolo mestolo, imbuto per marmellate (facoltativo), guanti da forno (facoltativi),  contenitore per i vasetti, canovacci o carta di giornale per fasciare
facile, ce l'ho fatta io

2 ore circa

3 ore circa,  me la sono presa comoda

Preparazione:
lavate bene con acqua calda sia i barattoli che i coperchi ed asciugateli con cura;
lavate e sbucciate la frutta;
sbucciate lo zenzero;
tagliate frutta e zenzero e trasferite il tutto nella pentola;
aggiungete il succo di limone, l'acqua di fiori d'arancio, l'acqua;
coprite con il coperchio e ponete a cuocere;
di quando in quando mescolate e controllate che la frutta non si attacchi al fondo della pentola;
dopo 1 ora circa la frutta sarà morbida, aggiungete lo zucchero, mescolate e frullate (se necessita aggiungete poca acqua);
proseguite la cottura per circa 1/2 ora, sempre a fuoco dolce, con il coperchio, mescolando di quando in quando;
trascorsa la 1/2 togliete il coperchio e proseguite la cottura a fuoco un po' più vivace per far evaporare il liquido in eccesso occorrerà un'altra 1/2 ora circa;
per verificare se la cottura è terminata fate la prova carta, prendete un cucchiaino di composta versatelo sulla carta forno, non deve bagnarla ed inclinando il foglio la composta deve scendere molto lentamente;
a composta cotta preparate i barattoli, (se lo avete aiutatavi con l'apposito imbuto) 
                                                       
e versatevi la composta fino all'orlo, chiudete il barattolo aiutatevi con i guanti da forno (sarà rovente), e rovesciate il barattolo con il coperchio su un piano a tenete premuto il vasetto per 20 secondi circa per formare il sottovuoto, ripetete per gli altri barattoli fino a terminare la composta;
fasciate i barattoli uno ad uno e poneteli coperchio in basso nel contenitore (ad esempio un'altra pentola) terminato fasciate la pentola con un canovaccio o una coperta e lasciate raffreddare per circa un giorno.
Pronta!

Una volta aperta, la composta, si conserva in frigo per 7/10 giorni,

 forse


 dipende dai golosoni che frequentano il Vs. frigo 

Un'ideina per un fresco dessert:
coppina trasparente 2 cucchiai di composta sul fondo e una copertura di yogurt di soia scolato (tipo greco), al naturale, una spruzzatina di vaniglia in polvere




Nessun commento:

Posta un commento