Benvenuto,

Benvenuto nel blog qui trovi

Cucina vegan, Yoga, Rimedi naturali, Autoproduzione, Stile vegan, Impressioni di lettura, Mandàla per l'anima, Animali si nasce, Caro amico ti scrivo

Da questo blog puoi prelevare tutto quello che ti piace, se pubblichi, per correttezza nei confronti delle fonti da cui attingo, ricordati di citare l'autore che trovi in calce ai post. Grazie.


.

domenica 3 maggio 2015

Latte di avena


Ingredienti:
50 gr di fiocchi di avena
300 ml di acqua tiepida
600 ml di acqua a temperatura ambiente
1 pizzico sale 
1/2 cucchiaino (da tea) di polpa di vaniglia

Attrezzi:
bilancia per alimenti, dosa liquidi, frullatore, ciotola capiente, canovaccio, colino medie dimensioni, imbuto, bottiglia di vetro

facilissimo

nessuna (salvo un po di acqua tiepida)

 5 minuti + ammollo

Preparazione:
-ponete i fiocchi di avena nella ciotola e copriteli con i 300 ml di acqua tiepida coprite il tutto con il  canovaccio e lasciate in ammollo per circa 1/2 ora, se volete evitare l'untuosità dovuta al glutine che l'avena rilascia utilizzate acqua a temperatura ambiente, ma aumentate il tempo di ammollo ad un'ora o più (io a volte la dimentico in ammollo per 3/4 ore, non succede nulla di male);
-trasferite l'avena ammollata e l'acqua di ammollo nel frullatore;
-aggiungete gli altri 600 ml di acqua a temperatura ambiente e frullate;
-preparate la bottiglia appoggiandovi sopra l'imbuto su questo il colino ed adagiatevi sopra il canovaccio;
-trasferite nella bottiglia, filtrandolo, il latte frullato;
-ponete la bottiglia in frigo, pronto!

Il latte così preparato si mantiene in frigo 3/4 giorni.

Poiché la polpa che passa tende a depositarsi sul fondo della bottiglia, prima di utilizzarlo ricordatevi di agitare la bottiglia per rimiscelare il composto.

Quasi rigorosamente tratto da: la ricetta del B&B La Fossa

Note di redazione: l'avena è un' ottima fonte di carboidrati a lenta digestione per questo motivo non provoca forti picchi insulinici, e ricca di lisina utile a vegetariani e vegani per la formazione degli aminoacidi necessari alla formazione delle proteine (Fonte Greenme) è rinfrescante e coadiuva la digestione, benché contenga glutine è generalmente tollerata dai celiaci;
Gli errori (fatti e provati): se non volete ritrovarvi con una specie di budino gelatinoso, trattenetevi dal dare una bollita al latte prima di metterlo in frigo, se utilizzate il latte per la colazione non prolungate la cottura più di 1 o 2 minuti, il tempo di intiepidirlo, altrimenti come sopra ispessisce e vi ritrovate un budino gelatinoso.

Nessun commento:

Posta un commento

I Post Recenti

I Primi Post