Benvenuto,

Benvenuto nel blog qui trovi

Cucina vegan, Yoga, Rimedi naturali, Autoproduzione, Stile vegan, Impressioni di lettura, Mandàla per l'anima, Animali si nasce, Caro amico ti scrivo

Da questo blog puoi prelevare tutto quello che ti piace, se pubblichi, per correttezza nei confronti delle fonti da cui attingo, ricordati di citare l'autore che trovi in calce ai post. Grazie.


venerdì 7 febbraio 2014

Ciambella al cocco


Ingredienti:
135 gr polpa cocco (già umida, la ricetta originale non lo prevede)
65 gr misto frumina e maizena (in totale 200 gr con la polpa di cocco)
200 gr farina integrale (io bio per pane nero)
100 gr zucchero canna (equo solidale)
1 bustina di cremor tartaro
80 gr burro di soia
150 ml acqua di cocco (la ricetta originale prevede 300 ml di acqua)

Attrezzi:
bilancia per alimenti, dosa liquidi, robot da cucina, teglia da ciambella (io in silicone diam. 20), stecco lungo.

Preparazione:
preriscaldate il forno a 170° in modalità statica;
riunite nel robot da cucina polpa di cocco, farina, frumina, maizena, zucchero, cremor tartaro e miscelateli com cura;
aggiungete il burro di soia suddiviso in pezzetti e metà dell'acqua di cocco e misclelate;
aggiungete l'acqua un po' per volta sino ad ottenere una cosistenza cremosa non troppo fluida;
trasferite nella tortiera e ponete in forno a cuocere per 35 minuti;
per verificare la cottura fate la prova stecco.

Quasi fedelmente tratta da: Coccolami! Torta al cocco di Erzebeth pubblicata su Veganblog

Note di redazione: la ricetta di Erzebeth prevede 300 ml di acqua a me ne è stata sufficiente la metà perché ho utilizzato una quantità di polpa di cocco inferiore a quella della sua ricetta e soprattutto la stessa che avevo precedentemente utilizzato per produrre l'olio di cocco solido e quindi già umida, il resto della differenza lo hanno probabilmente fatto maizena e frumina e l'aver utilizzato la farina integrale per pane nero (comprata per sbaglio, e mo' la devo utilizzare in qualche modo! Ma niente pane per via dello lievito).

2 commenti:

  1. Beh.. lo so, mi ripeto.. ma il C O C C O per me è irresistibile!!! E poi, del cocco non si butta davvero via nulla, come hai dimostrato con queste ricette.. si usa persino il guscio ( non pubblico la foto, ma a me piace molto anche fabbricare degli scacciapensieri fricchettonissimi.. i miei gatti si divertono a fargli gli agguati.. io l'agguato lo farei alla tua ciambellaaaa!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucia, verissimo basta solo nominare il cocco è già mi sento un'passo più vicina all'estate, per l'agguato, spiacente ma la ciambella non è neanche uscita dalla tortiera che, in agguato dietro l'angolo l'aspettava il maritino.

      Elimina