Benvenuto,

Benvenuto nel blog qui trovi

Cucina vegan, Yoga, Rimedi naturali, Autoproduzione, Stile vegan, Impressioni di lettura, Mandàla per l'anima, Animali si nasce, Caro amico ti scrivo

Da questo blog puoi prelevare tutto quello che ti piace, se pubblichi, per correttezza nei confronti delle fonti da cui attingo, ricordati di citare l'autore che trovi in calce ai post. Grazie.


mercoledì 13 novembre 2013

Vellutata di zucca e patate speziata



Ingredienti:
1200 gr circa zucca pulita (a crudo)
600 gr circa patate pulite (a crudo)
1 cipolla
1 cucchiaino semi di cumino
1 cucchiaino semi di sesamo
3 peperoncini dolci poco piccanti
2/3 cm radice di zenzero fresco
olio evo qb
acqua qb
sale qb
gerigli di noce qb


Attrezzi: bilancia per alimenti, timer, pentole per cottura a vapore e casseruola con coperchio, coltelli e pelapatate, stecco lungo, padellina per tostare le spezie, mortaio per spezie, frullatore ad immersione.


Preparazione:
mondate la zucca e le patate, tagliatele a cubetti e cuocetele a vapore fino a renderle morbide (prova stecco);
sistemate cumino e sesamo nella padellina e fate tostare a fuoco moderato (non devono bruciare);
trasferite le spezie calde nel mortaio e riducetele in polvere;
private il peperoncino dei semi;
irrorate di olio evo il fondo della casseruola e versatevi cipolla e zenzero sbucciati e tagliati a pezzettini, aggiungete 2 cucchiaini del composto cumino sesamo e fate rosolare a fuoco moderato qualche minuto, aggiungete  zucca,  patate, peperoncino sbriciolato, poca acqua di cottura della zucca ed amalgamate;
frullate il tutto molto finemente e lasciate insaporire 5 minuti a fuoco spento e casseruola coperta.
Servite cospargendo con i gherigli di noce sbriciolati.

Note di redazione: visto che lo scorso anno l'apprezzamento alla vellutata di zucca era stato un po tiepidino ho pensato di scaldare un po i commensali con l'extra spezie. Missione compiuta!

Vi ricordo di visitare il bellissimo blog di Briciole di Cesca QB* e di partecipare al suo fantastico contest

Nessun commento:

Posta un commento