Benvenuto,

Benvenuto nel blog qui trovi

Cucina vegan, Yoga, Rimedi naturali, Autoproduzione, Stile vegan, Impressioni di lettura, Mandàla per l'anima, Animali si nasce, Caro amico ti scrivo

Da questo blog puoi prelevare tutto quello che ti piace, se pubblichi, per correttezza nei confronti delle fonti da cui attingo, ricordati di citare l'autore che trovi in calce ai post. Grazie.


domenica 14 aprile 2013

Caffè e dolcetto?!


Ingredienti asciutti (per 12 muffin o 1 torta Ø 20):
350 gr farina (tipo 2)
50 gr fecola di patate
25 gr maizena (1 cucchiaio da minestra colmo)
17 gr cremor tartaro (1 bustina)
1/2 cucchiaino (da caffè) vaniglia estratto in polvere
1/2 cucchiaino (da caffè) polvere di caffè
1 pizzico sale
Ingredienti umidi:
50 gr mandorle pelate
25 gr cioccolato fondente
8/10 fave di cacao
Ingredienti liquidi:
80 gr olio mais (poco più di 1/2 bicchiere)
130 ml caffè non zuccherato
200 ml latte riso
Decorazione:
3 cucchiai (svedesi) zucchero di canna
1/2 cucchiaino (da caffè) di caffè
1 spolverata di cannella in polvere

facile
30 min+5
45 min
Attrezzi:
robot da cucina, dosa liquidi, bilancia per alimenti, coltello, frullatore mixer, piccolo mortaio con pestello, cucchiaio svedese (in foto sotto), cucchiaino, stampo in silicone per 12 muffin o tortiera apribile Ø 20 cm, foglio di alluminio, timer da cucina, stecco lungo.

Preparazione:
preriscaldate il forno a 180° statico o 170° ventilato;
con il mixer frullate grossolanamente mandorle, fave di cacao sbucciate e cioccolato;

nel robot da cucina miscelate gli ingredienti asciutti;
unite gli ingredienti umidi tritati e miscelate nuovamente;
unite l'olio ed il caffè ed iniziate a miscelare unendo a filo il latte di riso (la consistenza  deve risultare cremosa ma non liquida e la quantità di latte potrebbe variare un po');
suddividete il composto negli stampini (sino a circa 1/2 cm sotto il bordo);
disponete gli stampini nella placca da forno coprite con il foglio di alluminio formando una cupola ed infornate per 30 minuti nel ripiano basso; (per riferimento potete usare le camille)
trascorso il tempo aprite il forno e fate la prova stecco (se esce asciutto e privo di briciole la cottura è terminata) rimuovete il foglio di alluminio e proseguite la cottura per altri 5 minuti;
spegnete il forno e lasciate riposare i dolcetti a sportello semiaperto ancora 5 minuti;
sfornate e fate intiepidire, quindi sformate;

per un toccò di golosità in più spolverate i dolcetti con zucchero a velo così ottenuto frullando nel mixer zucchero, polvere di caffè, cannella.



Note di redazione: prima le note tecniche, se decidete di preparare la torta ponete a cuocere nel ripiano intermedio e prolungate la cottura a 35 min+5, qualora non disponeste delle fave di cacao potete sostituirle con 10 gr in più di cioccolato.
Ora le note etiche, questa ricetta nasce dal caso che mi ha portato a leggere il post di Briciole di Cesca* QB rivolto a denunciare la crudeltà che si nasconde dietro l'olio di palma e dal post che tempo fa ho ripubblicato per gentile concessione di Una vegana in famiglia. Purtroppo nella miriade di ingredienti dei prodotti industriali spesso e volentieri si nascondono drammi, crudeltà e, non da sottovalutare danni alla salute, fortunatamente possiamo contare su persone come Cesca che si premurano di aiutarci, per cui benché le condizioni economiche attuali impongano rigore, preferite meno ma migliore, usate ingredienti biologici e/o biodinamici, oli vegetali di buona qualità spremuti a freddo, cacao, cioccolato e caffè provenienti da fornitori di progetti per la produzione e vendita equo-solidale e/o di produttori che si impegnano nei progetti di qualità e riqualificazione di terreni confiscati alla malavita.

Nessun commento:

Posta un commento