Benvenuto,

Benvenuto nel blog qui trovi

Cucina vegan, Yoga, Rimedi naturali, Autoproduzione, Stile vegan, Impressioni di lettura, Mandàla per l'anima, Animali si nasce, Caro amico ti scrivo

Da questo blog puoi prelevare tutto quello che ti piace, se pubblichi, per correttezza nei confronti delle fonti da cui attingo, ricordati di citare l'autore che trovi in calce ai post. Grazie.


.

giovedì 28 febbraio 2013

Spaghetti carciofi e funghi


Ingredienti per 3 persone:
200 gr. pasta ruvida che trattenga il sugo
20 gr. funghi essiccati
3 carciofi
7 olive nere tostate
salsa q.b.
porro q.b.
olio evo q..b.
sale q.b.
limone succo q.b.
farina q.b.
acqua q.b.
1 cucchiaino (da tea) curcuma

           

facile, facile        



1 ora


Attrezzi: 
guanti mono uso, pentola, coperchio per pentola, padella salta pasta (o wok o casseruola), cucchiai e forchettoni di legno, tagliere, ciotole, scolapasta, bilancia pesa alimenti, timer da cucina

Preparazione:
tenendo da parte qualche trancio di fungo essiccato mettete i restanti in ammollo con acqua tiepida per 15-20 min. (non usate l'acqua di ammollo), 
indossate  guanti ( i carciofi tingono);
mondate i carciofi (private delle punte effettuando un  taglio  1 cm 1 cm e 1/2 sotto le punte, togliete le prime foglie se dure);
versate nella ciotola acqua fredda, aggiungete succo di limone  ed una manciata di farina;
tagliate i carciofi prima a metà private della barba interna quindi a spicchi dello spessore max di circa 1/2 cm;
tuffate i carciofi nel mix acqua limone farina (serve a non farli ossidare ed ad eliminare eventuali residui amari);
tagliate il porro a rondelle;
coprite il fondo della padella con olio, aggiungete il porro e fate imbiondire;
scolate (separatamente)  carciofi e funghi;
disponete entrambi nella padella con olio e porro e fate rosolare qualche secondo;
aggiungete olive, salsa, e pizzico di sale, coprite con il coperchio  e lasciate cuocere a fuoco moderato per 15 min. (controllando e mescolando di quando in quando) ritirate dal fuoco;
versate nella pentola l'acqua, aggiungete un pizzico di sale,  poco olio (circa 1 cucchiaino da tea) e la curcuma (mettete sempre un po' di curcuma in cottura è un ottimo epato defatigante e protettore) e portate a bollore;
aggiungete la pasta e fate cuocere per il tempo indicato meno 1 minuto;
scolate la pasta e trasferitela nella padella con il sugo amalgamate e ponete nuovamente sul fuoco (dolce) per 1 minuto. Pronta. Bon appétit!
Se vi aggrada potete spolverare con:
Note di redazione: 
Nei tempi di cottura è inserita in realtà tutta la preparazione
il bello di questa ricetta è che la pasta ama farsi avvolgere dal sughetto e quindi potete prepararla in anticipo ed intiepidirla a vapore (padella sopra pentola con acqua in ebollizione) e se invece avete voglia di portarvela in ufficio 1° munitevi di bavaglione (si sa il sugo ama cadere su golfini bianchi e cravatte) 2° munitevi di thérmos per alimenti ed se vi aggrada ispiratevi al mio metodo di trasporto qui 
Le quantità che ho inserito sono approssimative regolatevi secondo fame.

Nessun commento:

Posta un commento

I Post Recenti

I Primi Post