Benvenuto,

Benvenuto nel blog qui trovi

Cucina vegan, Yoga, Rimedi naturali, Autoproduzione, Stile vegan, Impressioni di lettura, Mandàla per l'anima, Animali si nasce, Caro amico ti scrivo

Da questo blog puoi prelevare tutto quello che ti piace, se pubblichi, per correttezza nei confronti delle fonti da cui attingo, ricordati di citare l'autore che trovi in calce ai post. Grazie.


.

martedì 22 maggio 2012

Tofu

Ingredienti: (quantità per 150/160 gr. di tofu finito)

1,5 lt di latte di soia
1/2 cucchiaino da tea di sale (secondo gusto personale)
5 gr di nigari (si trova già pronto nei negozi di alimentazione naturale)
1/2 tazzina di acqua tiepida
* Novità del 08/12/2014 in calce trovate la ricetta del tofu con caglio di aceto di mele, che si adatta perfettamente alla preparazione del tofu sottolio aromatizzato.
Attrezzi:
pentola a bordo alto, coperchio per pentola, schiumarola, bilancia per alimenti, ciotole, tazzina da caffè, cucchiaio di legno, cucchiaino da tea, pesi, ciotola forata (tipo contenitore per ricotta), dosa liquidi, timer, canovaccio in tela naturale pulito e non profumato, pinza da cucina (facoltativa), colino grande a maglie fitte, contenitore chiuso.

Preparazione:
(
Come per il latte di soia, occorre mettere in ammollo i fagioli di soia cambiando 3 volte l'acqua nelle 24 ore. Sciacquare la soia ammollata trasferire nella pentola a bordo alto aggiungere 500 ml di acqua e sminuzzare con il frullatore ad immersione.
Porre il composto sul fuoco, aggiungere il restante litro di acqua ed il sale e portare all'ebollizione, al termine filtrare il latte in una nuova pentola
).

sistemare il latte nella pentola;
aggiungere il sale;
accendere il fuoco e portare a bollore il latte;
sciogliere il nigari nell'acqua tiepida; 
spegnere il fuoco sotto il latte;
versare lentamente il composto acqua/nigari nel latte di soia;
coprire, con il coperchio, la pentola del latte e lasciare riposare per 10 minuti;

sistemare il canovaccio nel colino;

con la schiumarola trasferire il caglio dalla pentola al canovaccio nel colino;



chiudere i 4 lembi del telo eformare un fagotto;
strizzare bene il caglio contenuto nel canovaccio (attenzione è molto caldo, eventualmente aiutatevi con la pinza da cucina); 

trasferire il tofu nella ciotola forata



o se la possedete nella fascella per ricotta
porre la ciotola forata nell'altra;
sistemare sopra il tofu i pesi per comprimerlo ed agevolare la fuoriuscita dell'eventuale siero rimasto;

fare raffreddare in frigo 8 ore.
trasferire il tofu in un contenitore chiudibile e sommergerlo con acqua ;
Il tofu così prodotto si conserva tranquillamente 5 giorni occorre, però sciacquarlo cambiare l'acqua d'immersione tutti i giorni.

Tofu con caglio di aceto di mele (dosi per circa 400 gr di tofu finito):
500 gr. soia gialla bio
2500 ml (2,5 lt) acqua + acqua di ammollo
200 ml di aceto di mele
sale q.b.

Preparazione:
-mettete in ammollo la soia completamente coperta d'acqua tiepida, cambiandola almeno una volta per (12 ore) una notte; 
-scolate la soia e nel mixer tritatutto frullate la soia poco per volta, riducendola quanto più possibile in poltiglia;
-trasferite la soia frullata nella pentola aggiungete i 2,5 lt di acqua ed il sale e portate a bollore per qualche minuto;
-come per il latte di soia filtrate ma direttamente i un'altra pentola riprendete la cottura ed appena scorgete le bollicine vicino al bordo ritirate dal fuoco;
-aggiungete tutto in una volta i 200 ml di aceto di mele;
-coprite con il coperchio e lasciate cagliare per 15 minuti circa;
-come per il tofu sopra, trasferite nello stampo sotto peso, attendete che si freddi e ponetelo in frigo a colare l'acqua in eccesso rimuovendola spesso, quando non colerà più acqua;
-sformatelo e lasciatelo a secco in frigo per  2 giorni; 
-il tofu sarà ora sufficientemente asciutto per essere tagliato a cubetti e posto sottolio con gli aromi ad insaporirsi, trascorsi 3/4 giorni sarà già abbastanza aromatizzato e potrete gustarvelo.

Note: 
-ho ottenuto un ammollo più breve utilizzando acqua tiepido/caldina, sarà comunque necessario cambiarla almeno una volta;
-l'acqua di preparazione del latte di soia necessaria per preparare il tofu è in ml la metà del peso della soia (ciò occorre per avere un latte molto corposo che garantirà la riuscita del caglio); 
-con il caglio di aceto di mele il tofu sarà già molto saporito e si presterà benissimo al sottolio ma anche tagliato a fettine e ripassato in padella come secondo.

Liberamente tratto da:  Magie Vegan di Chicca

Note di redazione: potete aromatizzare il tofu con olive, pomidoro essiccati, peperoni, curcuma, zenzero, altre spezie o semi, dovrete però aggiungerle nel latte prima del nigari.

Nessun commento:

Posta un commento

I Post Recenti

I Primi Post