Benvenuto,

Benvenuto nel blog qui trovi

Cucina vegan, Yoga, Rimedi naturali, Autoproduzione, Stile vegan, Impressioni di lettura, Mandàla per l'anima, Animali si nasce, Caro amico ti scrivo

Da questo blog puoi prelevare tutto quello che ti piace, se pubblichi, per correttezza nei confronti delle fonti da cui attingo, ricordati di citare l'autore che trovi in calce ai post. Grazie.


domenica 19 ottobre 2014

Zuppa dell'amore de La Balena Volante

   

Premessa: Carissimi, di solito non inserisco commenti personali all'inizio e non lo faccio neanche questa volta ma se Vi fa piacere ed avete qualche minuto da dedicare trovate le note di redazione.

Attrezzi:


1 pentola, 1 casseruola ampia, 1 padellina, 1 padella, 1 coltello grande, 1 cucchiaino da caffè, spremi aglio, bilancia per alimenti, dosa liquidi, colino grande

facile

 10 min+40 min circa

1 ora circa


Ingredienti:
200 gr lenticchie rosse secche bio
2 cipolle bianche bio
2 spicchi d'aglio spremuti bio
4 cucchiaini (da caffè) semi di cumino bio
1 cucchiaino (da caffè) di curcuma in polvere bio
2 cucchiaini (da caffè) di semi di nigella bio
1 pizzico sale grigio di Bretagna 
1 molata di pepe
Olio evo 100% italiano qb
1,5 lt brodo vegetale
acqua il doppio del volume delle lenticchie



Guarnizione a piacere:
pane tipo baguette
olio evo qb

Preparazione:
ponete le lenticchie nella pentola e copritele con acqua e fate cuocere per 10 minuti scolate e mettetele da parte;
ponete il cumino nella padellina e fatelo tostare senza brunire;
pulite e mondate le cipolle, tagliatele a fettine sottili e disponetele nella casseruola precedentemente unta con olio, aggiungete cumino, curcuma, aglio e lenticchie e fate soffriggere qualche secondo;
coprite con il brodo e fate cuocere a fuoco moderato, a casseruola scoperta, per 40 minuti circa, qualora la zuppa tendesse ad asciugarsi troppo velocemente aggiungete un po' di acqua calda;
a tre quarti di cottura aggiungete la nigella, il sale ed il pepe, quindi proseguite la cottura;
nel frattempo tagliate a cubetti il pane e fatelo tostare in padella con poco olio evo.

Ricetta tratta pressoché fedelmente da: La Zuppa dell'Amore de La Balena Volante

Note di redazione, per questa meravigliosa zuppa devo ringraziare due persone:  la dolcissima Balena Volante che mi ha gentilmente regalato una deliziosa mattinata di compagnia e la nigella e, la mia mamma che incuriosita dalla zuppa l'ha adattata alle mie fobie (non sopporto l'aglio).
Per questi due motivi mi sembra il momento giusto per dedicarla a tutte le Persone Innamorate che hanno ragione di vedere riconosciuti i loro diritti di coppia e di famiglia, perché l'amore non ha genere e, casa e famiglia sono dove c'è l'Amore.

In ultimo eccovi un bell'esempio di fair play 



Molly ed Artù per la prima volta insieme sul divano di casa.

2 commenti:

  1. Ahahahhahahaha... in effetti l'agliazza non è proprio romantica... ! E pensare che nell'originale c'erano ben 7 spicchi!!! Mi sono chiesta se ci fosse anche una valenza 'rituale' nel numero di spicchi d'aglio, 7, come le cipolle intere, 7... comunque, hai fatto bene ad adattarla al vostro gusto, credo che questa versione sia più vicina alla nostra tradizione, rispetto all'originale persiana..
    Viva la zuppa dell'Amore in ogni forma e soprattutto sottoscrivo la vostra nota!!!
    ps. mi sono scompisciata a vedere le espressioni di Molly e Artù sul loro 'piccolo' divanetto... !!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabile che ci sia una valenza esoterica, ma la sola idea di pensare 7 spicchi d'aglio in un'unica zuppa mi manda in tilt. Rivedendo la foto, Molly ha l'aria di quella che sta per piangere xchè le hanno fregato il posto, Artù invece ha quella di finalmente mi rilasso :-))))

      Elimina