Benvenuto,

Benvenuto nel blog qui trovi

Cucina vegan, Yoga, Rimedi naturali, Autoproduzione, Stile vegan, Impressioni di lettura, Mandàla per l'anima, Animali si nasce, Caro amico ti scrivo

Da questo blog puoi prelevare tutto quello che ti piace, se pubblichi, per correttezza nei confronti delle fonti da cui attingo, ricordati di citare l'autore che trovi in calce ai post. Grazie.


.

lunedì 6 agosto 2012

Tofu sott'olio




Ingredienti:
250 gr di tofu ora anche nella versione con caglio di aceto di mele
1/2 bicchiere di olio evo
1/2 bicchiere di olio di girasole bio
aromi e spezie secondo gusto (per questo tofu):
bacche di ginepro
peperoncino
semi di finocchio
semi di cumino
semi di cardamomo
semi di coriandolo
foglie fresche di origano
foglie di alloro (non fresche perché possono essere tossiche)
sale grigio di bretagna

Attrezzi:
vaso di vetro a chiusura ermetica, bicchiere,  pressino per sottolio/sottaceto (in foto si vedono emergere le punte dall'olio), coltello

Preparazione:
lavate, sciacquate con acqua calda ed asciugate alla perfezione il barattolo ed il pressino;
miscelate i 2 olii;
scegliete se preferite tagliare il tofu in cubetti o in fette;
coprite il fondo del barattolo con 1 strato di cubetti di tofu o 1 fetta;
sistemate sopra un po' aromi, spezie, sale, foglie di origano, foglia di alloro;
versate un po' di miscela di olii;
proseguite alternando tofu e spezie ed aggiungendo olio;
terminate con le spezie;
sommergete completamente gli strati con la miscela di olii;
sistemate il pressino con il disco rivolto all'interno e le punte rivolte verso il coperchio;
chiudete e riponete in frigo 1 settimana ad insaporire;
in frigo il tofu sottolio si conserva anche 20 giorni (di più non so perché è finito)

Note di redazione: le quantità sono puramente indicative così come gli aromi, ad esempio io non uso l'aglio, maggiorana etc. perché non li gradisco, quindi lasciate liberi fantasia e gusto, non gettate l'olio rimasto perché filtrato lo potrete usare per condire altre preparazioni e, rabboccato con olio nuovo lo potrete riutilizzare per preparare un altro tofu sottolio.

Liberamente tratto da: Il tofu sottolio di Erbaviola


Nessun commento:

Posta un commento

I Post Recenti

I Primi Post