Benvenuto,

Benvenuto nel blog qui trovi

Cucina vegan, Yoga, Rimedi naturali, Autoproduzione, Stile vegan, Impressioni di lettura, Mandàla per l'anima, Animali si nasce, Caro amico ti scrivo

Da questo blog puoi prelevare tutto quello che ti piace, se pubblichi, per correttezza nei confronti delle fonti da cui attingo, ricordati di citare l'autore che trovi in calce ai post. Grazie.


.

martedì 25 aprile 2017

Dolce Rosa al cioccolato (semi raw)

Ingredienti per 4 commensali (inappetenti e/o snobbini 😄vedi note*):
BASE:
50 gr. mandorle pelate
12 gr. zucchero di canna (1 cucchiaio da tavola tipo svedese)
10 gr. cacao (2 cucchiaini da tea)
5 boccioli di rosa ad uso edule
1/2 cucchiaino (da tea) vaniglia in polvere
30 gr. uva sultanina (o uva passa)
12 gr. acqua di rose (circa 1/2 tazzina da caffè)

MOUSSE:
100 gr. cioccolato
100 ml. panna di cocco
2 cucchiaini (da tea) agar-agar

DECORAZIONE:
1 bocciolo di rosa edule
2 mandorle pelate

Attrezzi:
bilancia per alimenti, dosa liquidi, frullatore mixer, colino, ciotole e ciotoline, cucchiai e cucchiaini, tazze e tazzine, recipienti per bagnomaria (ovvero una casseruola per l'acqua ed un bollilatte per il cioccolato), piccola tortiera a cerniera o coppa pasta quadrato o rettangolare, o (come nel mio caso) arte di arrangiarsi: vassoietto in cartoncino 15x11, foglio di allumino alimentare, carta da forno

Preparazione BASE:
ponete l'uva sultanina nella tazzina da caffè e copritela con acqua di fiori di rose per farla rinvenire;
private i boccioli di rose del gambo;
rifasciate il vassoietto con il foglio di alluminio alimentare;
utilizzando la carta da forno (doppiata), preparate un bordo alto 2,5 cm. circa e lungo quanto il perimetro interno del vassoietto  ;
con l'ausilio del mixer frullate: mandorle, zucchero di canna, cacao, vaniglia, boccioli;
scolate l'uva sultanina e strizzatela (non buttate l'acqua di rose) aggiungetela al mix e frullate ancora;
trasferite il composto nella ciotola, mescolando, aggiungete poco alla volta l'acqua di rose dell'ammollo, l'impasto si deve amalgamare ma rimanere consistente;
sistemate il bordo nel vassoietto e ricopritelo con  l'impasto, con le misure del vassoietto lo spessore della base sarà circa 3-4 mm;
ponete la base in frigo per 30 minuti circa;
Preparazione MOUSSE:
spezzettate il cioccolato e ponetelo nel recipiente del  bagnomaria ed a fuoco moderato fatelo sciogliere, aggiungete la panna di cocco e l'agar-agar mescolate per amalgamare;
ottenuta una crema liscia ritirate il cioccolato dal fuoco e lasciatelo intiepidire un po';
Composizione e Decorazione:
riprendete la base dal frigo versatevi sopra la crema di cioccolato e ponete il dolce in frigo per almeno 3 ore;
triturate grossolanamente le mandorle; private la rosellina del gambo e sfogliatela;
riprendete il dolce dal frigo e trasferitelo dal vassoietto al piatto di portata e decorate con il trito di mandorla ed i petali di rosellina.
Note di redazione: 
ricetta liberamente tratta da Menù Vegan Torta Gourmet al cioccolato crudo a sua volta tratta da Chef Federico Marr www.rraw.fr.blog/ Tarte Chocolat Cru.

ATTENZIONE: ho inserito questa ricetta anche nella categoria gluten free, poiché sull'avena vi sono opinioni scientifiche opposte raccomando agli intolleranti ed ai celiaci di controllare sempre con cura che si tratti di avena gluten free e comunque chiedano consiglio al loro medico di fiducia.

La preparazione, di fatto semplice e veloce, si è trasformata nel tragicomico tentativo di fissaggio del bordo al vassoietto, per un attimo mi sono sentita come quando mi è toccato assemblare una libreria della nota marca svedese dopo aver perso le istruzioni e le viti 😅 

Ho dovuto ridurre il tempo di permanenza in frigo del dolce completo a sole 2 ore + 15 minuti nel freezer ottenendo comunque una buona consistenza, anche se un'oretta in più ci stava.

Morale: se avete  un coppa pasta di almeno 15 cm di lato od una piccola tortiera apribile non esitate ad usarle.
*RACCOMANDAZIONE: le dosi nella ricetta originale sono indicate come bastevoli per 4-6 persone ed io pur con qualche perplessità ci sono cascata e le ho prese per buone, sarà il maritino golosone, sarà che non sono una chef, ma erano un po' scarsine 😏!!!

Ok la nouvelle cuisine, ok che un petit morceau de goût è meglio che la grande bouffe de tout, ma il maritino, da quando ha scoperto che il dolce non era solo per lui, mi sta ancora azzannando il polpaccio, quindi se siete felicemente accompagnati a golosoni raddoppiate anzi triplicate le dosi ve ne saranno grati 😄




Nessun commento:

Posta un commento

I Post Recenti

I Primi Post